Comunicato

Desideriamo comunicare che la Scuola di Specializzazione in Psicoterapia psicoanalitica del CeRP non ha riaperto il primo anno che ancora si proponeva di fare per il quadriennio 2019-2022.

Avevamo raggiunto il numero di 8 iscritti, ma non l’abbiamo considerato sufficiente a garantire i nostri standard formativi che considerano fondamentale un buon funzionamento del gruppo di lavoro, pertanto con molto rammarico abbiamo desistito ricusando gli 8 futuri allievi, che erano comunque preavvertiti di questa possibilità.

Dubbi e domande su che avremmo potuto fare di meglio e di più per ottenere il quorum e affrontare un nuovo, e comunque ultimo, quadriennio di scuola sono tra noi, presenti ed attive.

Presente è anche il pensiero di aver lavorato con impegno e passione in questi anni, quasi venti dal riconoscimento, ma un cospicuo lavoro di formazione, supervisione, seminari di approfondimento, convegni, era in essere ben da prima.

Per andare al concreto, come sempre più oggi si richiede, la scuola ha diplomato 186 allievi su 234 specializzandi (204 hanno terminato i quattro anni e 30 sono tuttora in formazione), di questi 84 hanno lavorato o lavorano in istituzioni pubbliche, un altro forte contingente si è dedicato alla libera professione clinica e consulenziale.

I nostri rapporti con i docenti esterni, italiani e stranieri, testimoniano dei legami di esperienza e qualità che abbiamo negli anni coltivato e mantenuto e hanno contribuito all’affermazione della Scuola CeRP su tutto il territorio, ed anche i nostri legami con i Centri di formazione all’estero sono noti e riconosciuti, anche dai numerosi testi pubblicati negli anni, e costituiscono un solido riferimento teorico clinico nel lavoro terapeutico con singoli, coppie, famiglie, gruppi e istituzioni.

Ci abbiamo sempre tenuto ad accostare la clinica psicodinamica dell’adulto a quella dell’adolescente e a tutta la clinica dell’età evolutiva sino a più recentemente introdurre nella formazione un “assaggio” della teoria e della clinica della coppia e della famiglia.

Abbiamo voluto che il ciclo formativo della clinica psicoanalitica potesse approcciare la commedia umana nel suo dipanarsi nella temporalità.

La Scuola CeRP si avvia a concludere il suo ciclo, ma non il CeRP, Centro di Ricerca di Psicoterapia che continuerà con formule diverse la sua attività clinica, di approfondimento scientifico e di formazione in aree più specifiche e mirate a cercare di rispondere agli attuali e futuri bisogni delle diverse figure che operano nell’area del disagio, del disturbo e della patologia.

Grazie – grazie a tutti, agli allievi ancora in formazione, a tutti gli ex-allievi, al gruppo docente, ai docenti esterni, a tutor di tirocinio, al comitato scientifico, ai garante che ci hanno seguito con affettuosa vicinanza in tutti questi anni.

Grazie a tutti quelli ci hanno dato fiducia, affidandoci la propria formazione specialistica e scientifica.

Grazie anche al MIUR e ai suoi esperti cui frequentemente ci siamo rivolti.

È stato un lungo percorso, avventuroso, a volte faticoso, a volte divertente e, come in tutti i viaggi, anche noi abbiamo tanto scoperto e imparato.

Simona Taccani