Benvenuto nel nuovo sito del CeRP.

alcune pagine sono in fase di costruzione. Scusate il disagio!

locandina-Lemma-25.05-1024x723locandina-Lemma-25.05-b-1024x723

ATTI DEL CONVEGNO DI SABATO 8 MARZO 2013

GIORNATA DI STUDIO CON JANINE ALTOUNIAN

Genocidio armeno, Erdogan offre le sue condoglianze

Di seguito il link alla pagina di Repubblica.it

http://www.repubblica.it/esteri/2014/04/23/news/genocidio_armeni_condoglianze_scuse_erdogan-84266139/?ref=fbpr

 


Nei mesi successivi alla Giornata di studio con Janine Altounian, sabato 9 marzo 2013, ci siamo mobilitati con una petizione, con relativa raccolta di firme, per il Riconoscimento Internazionale del Genocidio del popolo Armeno, rivolgendoci principalmente a Papa Francesco in qualità di uomo di pace e portavoce di giustizia e verità. Sono state raccolte più di 700 firme e inviate all’attenzione di sua Santità.

Lunedì 3 giugno 2013 Papa Francesco ha incontrato, in Vaticano, una delegazione armena e, sottolineando l’atrocità e la gravità degli eventi, ha riconosciuto il tragico primato del Genocidio del popolo Armeno nel XX secolo.

 

Di seguito l’articolo di Franca Giansoldati, pubblicato su ilmessaggero.it:

 

Città del Vaticano – “Il primo genocidio del XX secolo è stato quello degli armeni”. Francesco ha pochi dubbi in proposito e, messe da parte le prudenze diplomatiche, stamattina ha avuto modo di offrire la sua visione su uno degli episodi più bui della storia del Novecento, costato la vita a un milione e mezzo di persone nella Turchia a cavallo del 1915. Un piano sistematico portato avanti dall’Impero Ottomano che portò alla deportazione e alla eliminazione di uomini, donne e bambini, ma sul quale ancora oggi il governo turco fa resistenza a riconoscere le responsabilità storiche dei fatti. A rievocare quei drammatici momenti, ancora presenti nella memoria degli armeni, è stata sua beatitudine Nersès Bédros XIX Tarmouni, Patriarca di Cilicia degli Armeni ricevuto in Vaticano dal Papa assieme ad una folta delegazione. Tra le persone che hanno accompagnato il Patriarca anche una signora che presentandosi al pontefice ha raccontato di essere la figlia di una famiglia sopravvissuta al Medz Yeghern, il Grande Crimine, come viene definito. Il Papa ha ascoltato la donna e, tenendole le mani, ha rammentato che quello fu il primo genocidio del secolo. Una posizione netta che aveva già avuto modo di riferire da cardinale, riportata anche nel libro Il cielo e la terra, ma ancora non pronunciata da pontefice.

Il Genocidio del popolo armeno è stato riconosciuto ufficialmente da 21 Stati tra cui la Russia. Anche 43 Stati americani su 50 chiedono il ristabilimento della giustizia storica. Tra le organizzazioni internazionali che riconoscono il genocidio, c’è la Commissione ONU per i crimini di guerra, il Parlamento Europeo e il Consiglio ecumenico delle Chiese. Nel 2005, il primo ministro turco Erdogan ha invitato gli storici turchi, armeni ed internazionali a rivalutare i “fatti del 1915″ usando gli archivi reperibili in Turchia, Armenia ed altri paesi. Ma poi la cosa si è arenata.

In vista dell’ingresso della Turchia nell’Unione Europea il negazionismo del governo turco ha creato (e continua a creare) parecchie difficoltà al negoziato. La Turchia continua tuttora a negare il genocidio mentre la Francia considera reato negarlo. Il Parlamento italiano si è occupato per la prima volta del problema nel 1998 con una mozione firmata da 165 parlamentari di diversi partiti. Il 17 novembre del 2000 la Camera dei deputati sulla scia del Parlamento europeo e del Vaticano, ha votato una risoluzione che riconosce il genocidio armeno e invita la Turchia a fare i conti con la propria storia
Alcuni anni fa uno studioso polacco, Marko Jacov ha avuto accesso all’Archivio del Vaticano pubblicando La questione d’Oriente vista attraverso l’inizio della tragedia armena (1894-1897). Una ricognizione storiografica sconvolgente ma soprattutto una mina sul percorso dei delicati rapporti tra la Turchia e la Santa Sede.

 

http://www.ilmessaggero.it/primopiano/vaticano/papa_francesco_armeni_genocidio/notizie/287414.shtml

 

link francesi

http://www.armenews.com/article.php3?id_article=90243

http://www.lavie.fr/religion/lamatinale/genocide-armenien-le-pape-francois-enfonce-le-clou-11-06-2013-41278_400.php

 


Si comunica che saranno pubblicati gli atti del Convegno

Giornata di studio con Janine Altounian. Traumi collettivi, familiari e individuali“,

tenutosi a Trento sabato 9 marzo 2013

 

firma anche tu la petizione per il Riconoscimento internazionale del Genocidio del popolo Armeno:

http://www.avaaz.org/it/petition/RICONOSCIMENTO_INTERNAZIONALE_DEL_GENOCIDIO_DEL_POPOLO_ARMENO/?cZmaybb


 

Si ricorda che il CeRP è sede per tirocini post-lauream

per info telefonare alla Segreteria 0461232053 o inviare una e-mail ilcerp@tin.it


visita la sezione ECM e Convegni


IMPORTANTE
Si comunica che per tutti gli interessati alla Scuola di Specializzazione

è possibile prenotare un colloquio con un docente

telefonando al numero 0461232053,

dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 16,

oppure

scrivendo direttamente all’indirizzo scuola.cerp@tin.it